I siti consigliati per prenotare i tuoi viaggi low cost

 

Voli Alitalia per New York da 398€

Sending
Valutazione utente
5 (1 voto)

La Grande Mela, come viene anche chiamata New York, è una delle mete turistiche più gettonate. Il suo fascino, alimentato anche dalla cinematografia che ci porta in casa immagini di una metropoli dalle mille sfaccettature, è innegabile. Tutti, almeno una volta nella vita, vorrebbero provare sulla propria pelle quel gloumor, la suggestione delle atmosfere newyorkesi, la bellezza senza tempo delle vie residenziali o delle strade dello shopping come la Fifth Avenue. Grazie anche ai collegamenti diretti Italia – New York e alla possibilità di incappare sempre più frequentemente in una buona offerta, l’obiettivo di una vacanza nella Big Apple non è impossibile, anzi è sempre più a portata di mano.

Vediamo quali sono le migliori tariffe attualmente dispobili per volare a New York.

Voli Alitalia per New York

Le regole per cogliere al volo delle buone offerte sono sempre le stesse: rimanere aggiornati sulle tariffe proposte dalle compagnie aeree e prenotare con largo anticipo.

Alitalia, ad esempio, offre delle buone occasioni di volo. Vediamo alcuni prezzi per quanto riguarda i voli per New York.

Da Roma Fiumicino, andata e ritorno, a giugno ed agosto le tariffe partono da 540€. Da Milano Malpensa, da fine maggio a inizi giugno, si può volare a partire da 388€. A luglio, sempre andata e ritorno, da Venezia l’offerta Alitalia parte da 621€ a persona. Ad agosto, da Napoli, invece, le tariffe partono da 581€.

Per chi parte dal sud Italia, delle buone offerte Alitalia per New York ci sono anche su Palermo, con tariffe a partire da 674€ a persona e da Cagliari su cui, in estate, i voli per la Grande Mela si trovano anche a partire da 522€.

Quando andare a New York

Per visitare la città non esiste un periodo migliore rispetto ad un altro: in ogni stagione dell’anno, New York offre intrattenimento e una visione spettacolare delle strade e dei quartieri.

Si può fare attenzione alle offerte dei voli per evitare di partire in alta stagione quando le tariffe sono più alte, ma non ci sono limiti per quanto riguarda la possibilità di godersi pienamente la città. L’ulteriore avvertimento che si può dare riguarda le temperature atmosferiche perché in piena estate New York è davvero molto calda, mentre in inverno la presenza della neve e del ghiaccio possono rendere difficile girare a piedi i quartieri per molto tempo.

In autunno, la temperatura ottimale, permette di godersi i colori rossastri del fogliame di Central Park. Ci sono poi gli appuntamenti imperdibili di Hallowen, la famosa maratona di New York e apre i battenti la stagione della Metropolitan Opera House.

In inverno predomina l’atmosfera del Natale. È meraviglioso pattinare al Rockfeller Center e ammirare il maestoso albero di Natale. La presenza della neve rende tutto più magico.

In primavera si torna all’aria aperta e Central Park si arricchisce di nuovi colori. Sono diversi gli eventi dedicati ai fiori, specialmente il Sakura Matsuri Cherry Blossom Festival per la fioritura dei ciliegi giapponesi. Le temperature cominciano a farsi gradevoli e godersi la città diventa la missione di turisti e non.

In estate, fa davvero caldo a New York, ma si può trovare refrigerio a Central Park. Sono davvero tantissime le manifestazioni culturali e musicali che si tengono in città, senza contare i festeggiamenti per il 4 luglio, il famoso Independence Day.

Guida di New York: i posti da non perdere assolutamente

Statua della Libertà

La Statua della Libertà è il simbolo di New York. Si trova all’entrata del porto sul fiume Hudson, al centro della baia di Manhattan, sull’isola di Liberty Island. Si raggiunge con una imbarcazione e chi visita per la prima volta la Grande Mela non può passare di qui per una visita suggestiva. Inaugurata nel 1886, la Statua della Libertà era la prima cosa che vedevano dell’America le migliaia di immigrati europei che nel ‘900 arrivavano su queste sponde in cerca di fortuna.

Central Park

Central Park è il parco più grande e famoso di New York. Si estende per circa 3,50 chilometri quadrati di superficie, in una forma rettangolare, tra i quartieri di Upper West Side e Upper East Side. Il parco è aperto al pubblico dal 1856 e nonostante la sua caratteristica di essere un parco naturale, la sua struttura è stata studiata a tavolino. Ci sono laghi artificiali, due piste di pattinaggio, parchi giochi per bambini e distese di prati dove riposarsi, fare pic-nic e giocare. Si tengono qui diverse manifestazioni ed eventi culturali, inoltre il parco è stato spesso la location ideale dove girare film e spot pubblicitari.

Empire State Building

Fino al 1967 l’Empire State Building è stato il grattacielo più alto del mondo e i turisti ci andavano per salire in cima ad osservare la bellezza della città sottostante in una visione a 360 gradi. Il grattacielo si trova a Midtown. È un grattacielo in stile art decò, bello da vedere e ancora oggi offre una panoramica spettacolare di New York. Il primato di punto più alto della città venne meno con la costruzione dell Torri Gemelle, poi distrutte nel tragico attentato del 2001. Oggi è secondo per altezza al One World Trade Center, grattacielo terminato nel 2013 nello stesso sito su cui si trovavano le torri abbattute.

Ground Zero

Ground Zero è la zona a sud di Manhattan su cui sorgevano le torri gemelle del World Trade Center, poi abbattute a seguito dell’attentato del 2001. Oggi in quest’area, sorge il One World Trade Center, grattacielo di ultima generazione, anche conosciuto come Freedom Tower. È il sesto grattacielo più alto al mondo. Nelle vicinanze si può visitare il National September 11 Memorial and Museum, un museo e memoriale dedicato alle vittime dell’attentato con una collezione di cimeli, reperti storici ed immagini.

Times Square

Times Square è diventata l’icona della città di New York. È uno dei maggiori incroci della Grande Mela ed è famosa per il veglione di Capodanno, quando migliaia tra turisti e newyorkesi si ritrovano qui per aspettare il nuovo anno.

La caratteristica particolare di questa piazza, che ne ha fatto un simbolo di New York a livello mondiale, è la presenza di enormi cartelloni pubblicitari colorati sia animati che digitali. Quindi vale la pena passare di qua e farsi una foto.

Wall Street

Wall Street è una strada importante di New York. Prende il nome dalla presenza in questa zona delle vecchie mura della città che ormai non esistono più. In realtà Wall Street è famosa per essere il centro del distretto finanziario di New York tanto che il termine viene usato anche solo per indicare la sede della borsa valori USA. Vale la pena fare una passeggiata in questo quartiere per respirare l’aria del vero business finanziario, ma anche per imbattersi nel famoso Toro di Wall Street, l’enorme scultura in bronzo dell’italiano Arturo di Modica. Sembra che strizzare i “gioielli” della scultura porti fortuna.

Ponte di Brooklyn

Anche questa è un’icona immortale della città di New York, resa famosa in Italia per via della “gomma da masticare del ponte”, come fu soprannominata.

Il ponte di Brooklyn collega l’isola di Manhattan al quartiere omonimo. Completato nel 1883, è stato per molti anni il ponte sospeso più grande al mondo e comunque il primo costruito in acciaio. Un parte del ponte è adibito al passaggio ciclabile e pedonale, quindi vale la pena percorrerlo per un tratto almeno, a piedi o in bici, per avere una visione suggestiva dell’East River e dei grattacieli che popolano lo skyline della Grande Mela.

Rockefeller Center

Il Rockefeller Center è la zona in cui sorgono 19 edifici commerciali a New York. Si affaccia sulla via per antonomasia dello shopping newyorkese ovvero la Fifth Avenue, a pochi passi da Central Park. È famoso per essere uno dei più grandi complessi commerciali privati al mondo, di proprietà della famiglia di banchieri Rockefeller. Uno dei palazzi del complesso è il famoso Radio City Music Hall.

Il Rockefeller Center è famoso nel mondo anche per l’albero di Natale, la cui cerimonia di accensione, dopo il Ringraziamento, da’ il via alle festività natalizie. Per questo motivo se si è in vacanza a New York in questo periodo conviene fare un salto a vederlo. Qui viene allestita anche una grande pista di pattinaggio aperta al pubblico fino a gennaio.


Commenti