Ragusa Ibla: cosa c’è da sapere sulla storia di questo quartiere? cosa vedere?

Ragusa Ibla è uno dei quartieri più importanti della città siciliana, anche perché è la parte più antica del centro abitato. Questa zona è divenuta nel tempo famosa in Italia e in tutto il resto del mondo, soprattutto per l’alta concentrazione di monumenti di arte e architettura, sia in ambito civile che religioso.

A far risaltare tutta questa bellezza storica è anche la posizione geografica del quartiere, posto su una collinetta che va a dominare la vallata circostante;  come spesso capitava con le città più antiche, che si ponevano così in alto per ragioni di difesa. Tale è la bellezza del luogo che nel 2002 la città è stata ufficialmente inserita nei patrimoni UNESCO, ovvero quei beni tutelati internazionalmente per il loro valore culturale ed artistico. In questo caso particolare è il barocco, stile magno della cultura siciliana, che ha fatto conquistare alla città l’ambito riconoscimento.

Raagusa Ibla e il Commissario Montalbano a Ragusa

Nella cultura popolare italiana, la città e in particolare proprio il quartiere di Ragusa Ibla sono stati resi molto famosi per essere divenuti set di alcune serie tv. Una fra tutte la produzione Rai forse di maggior successo, la serie ispirata ai romanzi di Andrea Camilleri  “il Commissario Montalbano”.

I luoghi di questa fiction, tra le più famose italiane, hanno appunto ripreso tanti scorci iconici di Ragusa Ibla. Vediamo quali sono questi luoghi così importanti per la storia e la cultura di Ragusa, che vale la pena di inserire nel nostro percorso turistico durante un soggiorno in Sicilia.

Cosa vedere a Ragusa Ibla

Come abbiamo detto, la caratteristica principale di monumenti ed edifici della zona è l’appartenenza allo stile  barocco, alla base delle bellezze di questo angolo di Sicilia; uno stile che nel tempo ha definito tutto un mondo di estetica e bellezza molto particolare e decorata.

Duomo di San Giorgio

Sicuramente il simbolo per eccellenza di questo quartiere, ma si potrebbe dire di un po’ di tutta la città di Ragusa, è il Duomo di San Giorgio con la sua maestosa scalinata che conduce ad una magnifica piazza.

Costruita a metà del 1700, tranne la cupola che è del 1820, rappresenta probabilmente una delle massime espressioni del barocco italiano. Un edificio dalla figura slanciata ma imponente, che sovrasta la piazza sottostante, decorata finemente ma abbondantemente allo stesso tempo. La chiesa assume un carattere ancora più poetico e suggestivo col buio della notte, quando le luci sapientemente collocate la illuminano dal basso, riflettendosi sulla facciata, conferendole un aspetto unico nel suo genere.

Cattedrale di San Giovanni

Costruita nello stesso periodo e nello stesso stile, la chiesa di San Giovanni fa compagnia al Duomo come simbolo del barocco ibleo. Anche questo edificio sovrasta l’omonima piazza, con una imponente facciata con tre portali contornati da statue.

Santa Maria dell’Itria

Se vi soffermate a guardare l’intero panorama di Ragusa, il vostro sguardo sarà catturato da un campanile con cupola blu cobalto. E’ la chiesa di  Santa Maria dell’Itria, risalente al XIV secolo; fondata dai Cavalieri di Malta, ha sede nel quartiere ebraico della città.

Palazzi nobiliari di Ragusa Ibla

Passeggiando pe il centro storico si possono notare le residenze delle famiglie nobili della città. Fra queste citiamo Palazzo Cosentini, del XVIII secolo, con figure allegoriche scolpite nei balconi, e Palazzo Bertini famoso per le tre teste raffiguranti figure dell’età barocca.

 

Commenti