Clicca & Prenota ora!

 

Acquario di Cattolica: Cosa c’è da sapere

L’Acquario si trova in Piazzale delle Nazioni, a Cattolica, in provincia di Ravenna. È il più grande acquario della costa adriatica e meta di migliaia di turisti l’anno, anche grazie alle attività didattiche che attirano tantissime scolaresche.

Dalla stazione di Cattolica si può prendere l’autobus 125 che porta direttamente alla struttura. Per chi arriva in auto, invece, l’acquario dista solo 4 km dall’uscita del casello autostrale della A14, sul lungomare.

Da Rimini è possibile raggiungere l’acquario in autobus con la linea 11 fino a Riccione, in Piazzale Curiel, e poi qui prendere il 125 che ferma proprio davanti al complesso. Nei mesi estivi è attivo il servizio di un bus navetta, dal 24 giugno al 30 agosto, dal lunedì al venerdì, che collega l’acquario ad altri parchi della riviera. Il biglietto può essere acquistato presso le agenzie di viaggio della zona oppure direttamente a bordo del bus navetta.

Ingresso

Il biglietto d’ingresso all’Acquario di Cattolica si aggira intorno ai 21€, con possibilità di subire variazioni per eventi speciali o altre ragioni legate allo sviluppo della struttura. Da qualche anno, è possibile acquistare online oppure presso le agenzie di viaggio convenzionate, un biglietto integrato che permette di visitare non solo l’acquario, ma anche gli altri tre grandi parchi della riviera ovvero l’Italia in Miniatura, l’Aquafan e il parco d’Oltremare.

Il biglietto, una volta acquistato ha validità per tutto l’anno e può essere utilizzato in una sola giornata oppure in giornate diverse.

Storia dell’Acquario

La nascita dell’Acquario di Cattolica è recente. È stato inaugurato solo nel 2000, ampliandosi man mano negli anni, sia come numero di spazi disponibili alla visita, sia come tipologie di animali che vi sono ospitati.

Gli edifici, invece, che ospitano l’acquario risalgono anni ‘30 e hanno una forma che richiama quella di una flotta navale. Sono conosciuti, infatti, come “Le Navi”. Fanno parte di un progetto di recupero urbanistico molto ampio, che ha richiesto diversi anni prima di essere completato. In origine il complesso era nato per ospitare i figli degli italiani residenti all’estero durante le loro vacanze al mare. Il restauro degli edifici ha riportato all’antico splendore la struttura e ha riqualificato l’intera area urbana circostante, destinato a diventare la sede attuale dell’acquario.

Attualmente, quello di Cattolica, è il secondo acquario più visitato in Italia e il più grande della costa adriatica. Si estende su un’area di circa 110 mila metri quadrati, affacciato direttamente sul mare.

I percorsi di visita

La caratteristica principale dell’Acquario di Cattolica è la presenza di quattro percorsi di visita contrassegnati da quattro colori diversi: viola, blu, giallo e verde. Oltre alle vasche con gli animali, all’interno della struttura si trova anche un ristorante e quattro “gift shop” ovvero negozi di souvenir dell’acquario, uno per ogni percorso di visita.

Il diverso colore dei percorsi sta ad indicare le diverse tipologie di animali che si possono ammirare durante la visita. Di sicuro, i protagonisti assoluti delle vasche di Cattolica sono gli squali toro, che possono arrivare fino ai 3 metri di lunghezza. È possibile immergersi nella vasca per vivere un’esperienza ravvicinata con questi esemplari, rimanendo all’interno di un’apposita gabbia collocata sul fondo.

Percorso blu

Questo percorso è un viaggio nella storia evolutiva delle specie biologiche della Terra. È un viaggio intorno al mondo fatto al di sotto della superficie marina. In alcune vasche è possibile ammirare specie che sono sopravvissute a milioni di anni di evoluzione come alcuni squali considerati addirittura dei fossili viventi.

Qui l’attrazione principale è l’enorme vasca centrale che ospita squali toro e squali nutrice. É possibile ammirare la riproduzione di alcuni habitat marini di speciale bellezza come quelli delle barriere coralline del Mar Rosso.

Attraverso il percorso blu si possono vedere anche alcune colonie di pinguini, oltre a trigoni e meduce.

Percorso giallo

L’ingresso giallo è dedicato alla scoperte delle lontre, in particolare delle lontre orientali dalle piccole unghie. La caratteristica di questi animali, infatti, è proprio la conformazione delle loro zampe anteriori che permettono loro di prendere e cibarsi di molluschi, granchi e piccoli animali acquatici.

Al contrario di altre specie, queste lontre sono le più piccole esistenti al mondo. Vivono nei pressi di zone paludose d’acqua dolce e, anche se restano nei pressi degli specchi d’acqua, passano molto tempo a terra. Sono considerate quasi a rischio estinzione per via dell’inquinamento che sta minacciando il loro habitat di origine – India meridionale, Filippine, Bangladesh, Cina, Indocina.

Percorso verde

Il percorso verde dell’Acquario di Cattolica è dedicato ai rettili. Ne esistono più di 3000 specie diverse. Vivono sulla terra, salvo quando nuotano in acqua. Dalla forma del corpo si può capire il loro stile di vita.

In questo percorso di visita si possono ammirare, all’interno di teche che riproducono i loro habitat naturali, alcune specie di anfibi, camaleonti, gechi, lucentole e iguane. Si tratta di animali che appartengono tutti alla famiglia dei rettili, pur avendo avuto una storia evolutiva diversa gli uni dagli altri.

Percorso viola

L’ultimo ingresso dell’acquario è dedicato agli abissi marini, con una mostra intitolata “Abissi, terra aliena”. Le masse oceaniche occupano i tre quarti della superficie terrestre. L’ambiente marino è quello più vasto presente sulla terra. Ma la luce solare penetra queste masse d’acqua solo fino a 200 metri di profondità, poi la temperatura scende e il buio rende le profondità marine difficili da vivere e da esplorare. Ancora oggi la maggior parte di queste aree sono sconosciute agli umani. La mostra cerca di sondare le specie marine che possono abitare queste zone abissali degli oceani, immaginando figure quasi aliene e dalle fattezze mostruose come il calamaro gigante che arriva anche ai 13 metri di lunghezza.

Attività su prenotazione

Presso l’Acquario di Cattolica è possibile anche partecipare ad una serie di attività aperte al pubblico solo su prenotazione. “Dietro le quinte” permette di visitare, guidati dagli esperti, le zone dell’acquario che normalmente non sono accessibili al pubblico come laboratori o zone di cura dove si presta assistenza agli animali della struttura.

“Voci dal mare” permette di conoscere i suoni della barriera corallina, intereagendo con un sub esperto, che immerso in vasca, risponde direttamente alle domande dei partecipanti.

Per i più piccoli c’è il laboratorio del “piccolo veterinario” che permette ai bambini di entrare in contatto con il mondo degli animali attraverso giochi ed esperienze didattiche.