Mal di mare, ecco cosa fare quando sorprende in viaggio

Il mal di mare è un disturbo che può rendere intollerabile anche la vacanza più piacevole. Si tratta di un malessere che colpisce moltissimi viaggiatori e che, nei casi più difficili, rende insostenibile anche i tragitti brevi.

La cinetosi – questo il nome con il quale questa sensazione di fastidio è conosciuta in ambito medico – non fa infatti distinzione né di genere né di età: è avvertita indistintamente da uomini e donne, da adulti e bambini e può manifestarsi improvvisamente senza dare alcun preavviso.

Rinunciare a viaggiare, naturalmente, non è una soluzione: meglio adottare qualche piccolo accorgimento per godersi ogni tragitto in tutta tranquillità.

Cause ed effetti del mal di mare

Il mal di mare è un disturbo causato dall’errata percezione che l’occhio umano ha degli spostamenti. Quando ci si trova in viaggio su un qualsiasi mezzo di trasporto – sia esso un autobus, una nave, un’automobile o una piccola imbarcazione – si crea un vero e proprio corto circuito fra gli stimoli vestibolari e quelli visivi, con i primi che inviano al cervello un segnale di movimento e i secondi che trasmettono l’informazione opposta.

Il risultato è un immediato blocco della digestione, che comporta una sensazione di malessere diffuso, che causa pallore, cefalea, nausea e, nei casi più gravi, anche vomito e sudorazione fredda. La soluzione, in questo caso, è combattere i sintomi con soluzioni farmacologiche pratiche e acquistabili anche online, da portare sempre in viaggio e assumere all’occorrenza.

Combattere il mal di mare in viaggio si può

Grazie alla loro forma piccola e discreta, tutti i farmaci per il mal di mare trovano facilmente posto in borsa, nelle tasche o nei bagagli a mano. La maggior parte delle soluzioni, come per esempio questi rimedi per il mal di mare disponibili sullo store della Farmacia Loreto Gallo, possono essere ingeriti anche senza acqua, e garantiscono risultati immediati perfino sui sintomi più fastidiosi.

Tutti i prodotti nell’e-commerce di Farmacia Loreto Gallo, come i pratici chewing gum in blister o le capsule molli da masticare e deglutire, sono inoltre selezionati per garantire che ogni utente possa assumerli nelle situazioni di viaggio più disparate, come percorsi su strade accidentate, gite in mare aperto o in tutti quei casi in cui non sia possibile fermare una corsa.

I rimedi veloci contro il mal di mare

Chewing gum e compresse da masticare sono i rimedi più utilizzati dai vacanzieri di tutto il mondo: grazie al contenuto di dimenidrinato, un principio attivo efficace contro nausea e vomito, possono essere assunti al bisogno – o pochi minuti prima di partire – per prevenire efficacemente l’insorgenza di tutti i sintomi.

Ma i rimedi oggi disponibili sul portale di Farmacia Loreto Gallo contro il mal di mare, così come il mal d’auto e il mal d’aereo, sono tantissimi, e rispondono alle numerose esigenze dei diversi viaggiatori.

Basti pensare alle pastiglie morbide bio al gusto arancia o agli integratori alimentari anti nausea a base di zenzero, anche questi ultimi disponibili sotto forma di gomme masticabili e particolarmente ricchi di vitamine.

Le buone abitudini in viaggio

Di fronte ai primi sintomi del mal di mare, ci sono molti metodi che i viaggiatori possono porre in essere per rendere il tragitto più sereno: se ci si trova su un’imbarcazione, ad esempio, una buona soluzione per placare nausea e vomito può essere quella di raggiungere le aree centrali del ponte scoperto, in genere più stabili poiché risentono di meno degli spostamenti ondulatori della traversata.

Fissare l’orizzonte è un ottimo rimedio per riallineare la vista ai centri di equilibrio, ma è importante tenersi alla larga anche da odori troppo forti. In presenza dei primi sintomi di mal di mare, in ogni caso, gli esperti consigliano anche di respirare aria pulita e godere della brezza marina

Infine, una posizione distesa e rilassata può aiutare ad attenuare i sintomi più gravi, mentre, per quanto riguarda il fattore digestivo, è importante evitare sia i lunghi digiuni sia gli eccessi alimentari.

Commenti