Vienna: le attrazioni da non perdere, costi e quando andarci

Vienna è una città elegante e aspetta solo di essere visitata. Le regole esistono e sono rispettate rigorosamente, ma questo non significa che non ci sia del divertimento puro. Ma quali sono i posti da vedere?

Vienna – I posti da non perdere

È una città affascinante in estate e ancora più d’atmosfera in inverno, sempre pronta ad accogliere il turista e lasciarlo a bocca aperta. Tradizioni e vita culturale la fanno da padrone, costruita nel tempo a misura d’uomo con modernità che si mischia alla storia della dinastia asburgica: non siete appassionati d’arte? Non importa, questa città regala dei momenti magici a tutti.

Ma quali sono i posti da non perdere?

  • Hofburg Palace

La visita di Vienna parte da uno dei palazzi più famosi e maestosi. Questo è il palazzo imperiale le cui mura hanno vissuto tutte le storie della famiglia degli Asburgo. Centro storico politico viennese oggi è la residenza del Presidente federale austriaco. L’edificio comprende un complesso che si contrappone alle epoche diverse con una superficie totale di 240.000 mq con 2600 stanze, 18 ali e 19 cortili.

Al suo interno non possono mancane collezioni della storie e delle istituzioni, tra cui anche la Biblioteca nazionale austriaca. Si possono visitare le residenze invernali della Famiglia imperiale le cui 18 sale sono gli ex appartamenti di Francesco Giuseppe ed Elisabetta: qui i visitatori potranno stupirsi per gli arredi molto particolari e ancora intatti potendo fare un tuffo nel passato.

Tra gioielli e dipinti, ecco l’ingresso dal cortile degli Svizzeri dove si trova anche la Camera del Tesoro Imperiale con tutto il tesoro sacro e profano della famiglia imperiale. Ci sono in effetti oggetti di grande valore come la corona, la spada, il mantello, lo scettro e il globo imperiale.

  • Duomo di Santo Stefano

Un posto che non deve assolutamente mancare quando si visita Vienna aggiungendosi ai 3 milioni di visitatori che ogni anno varcano questa porta. Viene definito come una sorta di portale dove perdersi nel tempo, con grande attenzione all’architettura gotica tra storie e leggende. Non è quasi possibile fotografarla per intero essendo maestosa ed avendo tantissimi angoli e dettagli completi di meraviglie.

Per fare un esempio su tanti, il tetto ha sino a 250.000 tegole colorate che insieme formano lo stemma austriaco accompagnate da un campanile chiamato teneramente Steffl con una guglia affusolata.

  • Museo di Storia dell’Arte

Non tutti amano i musei, ma in questo caso la visita è quasi obbligatoria per vedere con i propri occhi tutte le opere di grande prestigio che ci sono al suo interno. L’edificio è in stile neo rinascimentale con una cupola dedicata alla Pinacoteca. Ci sono non poche collezioni che partono dall’era egiziana, greca, romana con arte in plastica e in bronzo. Un salto avanti e indietro nelle varie epoche, dove si possono godere anche dipinti come quelli di Caravaggio, Raffaello e Tiziano.

  • Il Prater

Non solo musei e monumenti, perché anche il parco del centro città è degno di nota. Viali alberati e eleganti caffè, che costeggiano ristoranti e chioschi considerandolo uno dei dieci parchi cittadini più belli del mondo (secondo solo a Central Park e Hide Park).

Questa una volta era la riserva di caccia della famiglia Imperiale, oggi trasformato in un luogo verde per passeggiare – fare jogging – andare in bici oppure prendere il trenino Liliputbahn e fare il turista da dieci e lode.

Commenti