Nodo ferroviario tra Viterbo e Terni: che cosa c’è da vedere a Orte? Come raggiungerlo?

Orte è il cuore della valle del Tevere. Si tratta di un nodo ferroviario di primaria importanza per l’intero settore del trasporto in Lazio, non solo su rotaie. La cittadina della provincia di Viterbo conta poco meno di 9 mila abitanti e si trova vicinissima anche alla capitale, Roma, da cui dista soltanto una settantina di chilometri. Cosa c’è da vedere a Orte? E come raggiungere questo caratteristico borgo?

Orte, il centro storico e il borgo

Orte è una località dalle origini antichissime risalenti addirittura al periodo degli Etruschi (sesto secolo) e, proprio per questo, sono molte le cose da vedere. Diversi edifici religiosi, palazzi di origine nobiliare, il borgo e la zona sotterranea sono visite immancabili quando ci si trova in questo piccolo paese.

  • La Cattedrale di Santa Maria Assunta è un edificio in stile barocco ricostruito su un antica struttura risalente al Medioevo. Si trova  nella piazza principale di Orte, quella della Libertà. Al suo interno è possibile ammirare un organo antichissimo risalente alla prima metà del 1700 e recentemente ristrutturato. Nel centro storico sono presenti anche altri edifici religiosi tra cui la chiesa ed il monastero di Santa Maria di Loreto.
  • I palazzi nobiliari sono una grande ricchezza per il patrimonio storico e culturale di Orte. Risale al Settecento il noto Palazzo Nuzzi all’interno di cui sono ospitati gli uffici comunali. Interessanti gli affreschi che si trovano in alcune zone del palazzo mentre sculture di marmo si trovano nell’androne dell’edificio. Da non perdere il Palazzo dell’Orologio, simbolo della Orte del diciassettesimo secolo.
  • La zona sotterranea di Orte è tra le più apprezzate dai turisti, meta di tanti visitatori ogni anno. Si tratta di una visita storica ed archeologica molto suggestiva che ci porta alla scoperta delle vere origini della città. Diverse fontane (come quella Ipogea), diversi pozzi (come quello di Cocciopesto o quello di Neve), grotte ed una serie affascinante di cunicoli sono protagonisti di questa visita.
  • Ad Orte sono presenti tre musei che è praticamente impossibile lasciarsi scappare. Il primo è il museo Diocesano e d’Arte Sacra all’interno di cui si trova un vero e proprio tesoro costituito da una serie di tavole in oro risalenti al diciassettesimo e diciottesimo secolo. Reperti importanti sono presenti anche al Museo delle Confraternite Riunite di Orte e al Museo Civico Archeologico.

Come arrivare

Orte, in quanto nodo fondamentale per i trasporti dell’intero Lazio, è facilmente raggiungibile con ogni mezzo. Vediamo come arrivarci utilizzando l’automobile, il treno e i mezzi pubblici locali (gli autobus). In automobile, provenendo da Roma è necessario uscire dalla A1 all’altezza di Orte 33 procedendo lungo la statale in direzione di Viterbo. Dal capoluogo fiorentino è necessario prendere la medesima uscita e seguire lo stesso percorso.

Per quanto riguarda gli spostamenti in treno, è consigliabile scegliere un treno regionale veloce (ve ne sono diversi) che collega Roma a Firenze o Perugia. Il tempo di percorrenza per raggiungere Orte è di una quarantina di minuti. La direzione da seguire è sempre quella relativa a Stazione di Orte. I mezzi pubblici locali (gli autobus) partono dalla stazione e raggiungono, attraverso diversi percorsi, il centro storico della città. I tragitti vengono effettuati tutti i giorni della settimana, compresa la domenica.

Commenti