Graz Austria: che cosa c’è da vedere? Cosa si sa di questa città?

Determinate località europee vantano un fascino indiscutibile in grado di attrarre turisti di qualunque nazionalità. Grazie a luoghi di interesse di carattere storico, culturale e paesaggistico forniscono quegli spunti utili per accrescere le proprie conoscenze e vivere un’esperienza semplicemente indimenticabile. Graz Austria rientra nel novero di quelle mete da non perdere per nessun motivo al mondo. Basti pensare al suo centro cittadino, una meraviglia che gode di uno stato di conservazione impeccabile che gli è valso il riconoscimento di Patrimonio dell’umanità dell’UNESCO. Tuttavia, oltre a ciò, ci sono tante altre peculiarità meritevoli di un approfondimento degno di tale nome.

Graz Austria: qualche informazione sulla città

Collocata sul fiume Miur, questa città austriaca dista pochi chilometri da Vienna e confina con una rigogliosa vegetazione dove predominano i boschi. Inoltre, la presenza di alcune colline aumentano lo spessore paesaggistico di una destinazione tutta da scoprire. Graz Austria fu, originariamente, un forte romano la cui valenza strategica era determinante per i propositi di espansione dell’impero. Con l’arrivo, qualche secolo dopo, degli Sloveni, ci fu l’edificazione di un castello intorno al quale si sarebbe, poi, sviluppato un borgo mercantile che assunse il nome di Graz mediante l’intervento dei duchi di Babenberg nel 1128. Successivamente, questa cittadina austriaca diventò un dominio degli Asburgo, mentre nel XVI secolo beneficiò dell’influenza rinascimentale per rivisitare la sua architettura cittadina.

Ciò che colpisce di questa località è la presenza di sei università capaci di accogliere, allo stato attuale, la bellezza di 60.000 studenti. All’interno dei predetti atenei sono state formate delle menti brillanti come Nikola Tesla, Keplero, Erwin Schrodinger e Otto Loewi, premio Nobel per la Medicina. Inoltre, la voglia di reagire della comunità locale dopo il dominio coattivo del gerarca nazista Adolf Hitler – durante la Seconda Guerra Mondiale – ha gettato le basi per una ripresa trasversale che dura ancora oggi fornendo risultati eccezionali.

Cosa vedere ne capoluogo della Stiria?

Come detto poc’anzi, Graz Austria vanta innumerevoli attrazioni in grado di valorizzare qualsivoglia soggiorno o vacanza. A cominciare dalla torre dell’orologio, uno dei simboli più autentici della cittadina austriaca che fa il paio con i resti di un castello capace, nonostante tutto, di resistere ai segni del tempo e delle guerre. Il museo d’arte contemporanea Kunsthaus vanta una struttura originale ed esclusiva denominata, dai più, il blob di Graz. al suo interno, poi, si ha l’opportunità di ammirare delle opere di livello assoluto che, di certo, non passano inosservate.

Per quanto riguarda, invece, la Landeszeughaus, si ha a che fare con un’armeria moderna contenente oltre 32.000 reperti come lance, sciabole, spade e armature. Il castello di Eggenberg è un’altra tappa da fare in quel di Graz Austria poiché è circondato da un immenso parco che esalta la linea architettonica prettamente signorile della struttura in questione. Se si desidera, poi, visitare qualche edificio religioso, allora non si può minimamente trascurare la bellezza del Duomo cittadino. Questo complesso architettonico ospita delle opere d’arte semplicemente meravigliose come l’affresco dei Flagelli di Dio. Inoltre, l’architettura gotica che contraddistingue questo luogo crea il giusto coinvolgimento per imprimere, nel cuore e nella mente, una serie di capolavori intramontabili.

Commenti