La Slovenia è paese un membro dell’Unione Europea, dell’accordo di Schengen e della NATO. Il paese si trova al crocevia tra Balcani e Europa centrale, incastonato tra le Alpi orientali e il mare Adriatico, ed è delimitato da Austria a nord, Italia a ovest, Ungheria a nord-est e Croazia a sud-est. Nonostante le dimensioni ridotte, questo paese alpino ha veramente molto da offrire a chi sceglie di visitarlo.

In precedenza una delle sei repubbliche costituenti la Jugoslavia, la Slovenia è diventata indipendente nel 1991. Grazie ai suoi legami storici con l’Europa occidentale, ad un’economia forte e ad una democrazia stabile, si è rapidamente trasformata in uno stato moderno.

Tra i paesi che hanno aderito all’Unione Europea nel 2004, la Slovenia è stato il primo ad adottare l’euro, vivendo una delle transizioni politiche ed economiche più stabili in Europa sud-orientale e centrale. Con il più alto PIL pro capite in Europa centrale, la Slovenia ha una ottime infrastrutture, una forza lavoro ben istruita, e una posizione strategica tra i Balcani e l’Europa occidentale.

Le riforme strutturali per migliorare il contesto imprenditoriale hanno permesso in qualche modo una maggiore partecipazione straniera all’economia della Slovenia, fatto questo che ha contribuito a tenere basso il tasso di disoccupazione.

Numerose sono le cose da visitare in Slovenia a iniziare dalla sua capitale Lubiana, che tra le viuzze del suo centro storico ospita tra gli altri il Museo Nazionale della Slovenia, il più antico e più grande museo sloveno, fondato nel 1821 e diventato il primo edificio assegnato esclusivamente alla cultura slovena. Oggi, il museo conserva una ricca collezione di oggetti di valore. I più antichi risalgono all’età della pietra, ma si possono ammirare anche quelli più recenti ancora utilizzati in tempi moderni.

Nella Savinja e nella valle di Šalek ci sono molte perle naturali e culturali da visitare, tra cui il parco Logar, con la splendida Cascata Rinka (alta ben 90 m), o la strada panoramica Solcava con bellissime viste delle Alpi. Da non perdere la Cattedrale di San Mohor e Fortunat a Gornji Grad (il più grande duomo sloveno).

Le montagne e i fiumi delle Alpi Giulie, delle Alpi di Kamnik e della Savinja sono il luogo ideale per lo sci, per il trekking, per dei bellissimi giri in mountain bike, ma anche per attività adrenaliniche come rafting e kayak.

La regione meridionale della Slovenia è invece una zona dove si possono trovare numerose grotte con stalattiti e stalagmiti enormi, tra cui le famosissime Grotte di Postumia e le Grotte di San Canziano, dichiarate dall’UNESCO patrimonio mondiale dell’Umanità.

I viaggiatori possono godersi diverse stazioni termali della Slovenia nella regione orientale, e persino fare un tuffo nel mare Adriatico nel brevissimo tratto di costa del paese il cui cuore pulsante è la cittadina di Piran.

Una delle perle della Slovenia è la località alpina di Bled con il suo bellissimo lago con un’isola al centro: è possibile percorrerlo a piedi lungo tutto il suo perimetro con una rilassante camminata di 6 chilometri che riserva scorci magnifici.

   

Le migliori offerte per i tuoi viaggi low cost